Centro Storico

Corte degli Scuratti

In fondo al cortile, a destra, sotto il portico, è presente una PIRA. Trattasi di un antico manufatto che veniva usato per frantumare granaglie.

Corte del Bassano

Affresco Raffigurante Madonna con Bambino e devoto

L'affresco, di autore ignoto, è un'opera databile tra la fine del XVI sec. e inizio XVII.

Rappresenta un ex voto per una grazia ricevuta dal "devoto" il quale (come narra la credenza popolare) deve essersi trovato in pericolo di vita cadendo nel pozzo e, invocata la grazia della Madonna, ne viene salvato. A questo fatto si deve la realizzazione dell'affresco quale ringraziamento.

La Chiesa che s'intravede alle spalle della Madonna è quella di un Santuario della zona. In questi luoghi i contadini si recavano con frequenza, a piedi o sui carri, in special modo nel mese di Maggio per tradizione e antica devozione alla Vergine Maria.

Il restauro, realizzato nel 1986 dalla direzione della Soprintendenza dei beni artistici e storici di Milano, è stato finanziato con il contributo degli abitanti della corte e dell'intera via, a sostegno del progetto dell'Associazione Culturale Il Cortile. 

 

Corte della Baia

La filanda Beretta della Baia del Re è sorta nei primi anni del '900. Le operaie si occupavano del trattamento del filo di seta svolgendolo dal bozzolo dei bachi. Il lavoro, molto faticoso, era svolto dalle donne. Consisteva nel mettere i bozzoli a mollo in acqua bollente per uccidere la larva al suo interno e cercare il capo del filo di seta. Una volta individuato veniva attaccato all'arcolaio (apposito strumento), che lo dipanava.

Ad ogni addetta veniva affidata una bambina di età compresa tra i 6 e i 12 anni il cui compito era quello di tenere acceso il fuoco che scaldava l'acqua nelle bacinelle e di girare l'arcolaio.

Il lavoro si protraeva dall'alba al tramonto, per 10 - 15 ore, ed era retribuito con un misero salario. 

La grande umidità, le vesti inzuppate e le mani tenute per molte ore nell'acqua erano causa di molte malattie. Particolarmente soggette erano le bambine.

 

Corte del turacciolo

Sotto il portico, a destra, sotto il portico, è presente una PIRA. Trattasi di un antico manufatto che veniva usato per frantumare granaglie.

Corte del leprotto e del fabbro

I Cortili del Centro Storico

Piazza Marconi

CURT di BUSOT, CURT di PURCELIT, CURT dal BUSCIUN

Via Roma

CURT dal PURAS, CURT dal PESS, CURT di NANA

Via Madonnina

CURT dala CANONICA, PALAZZO DUGNANI (Curt di Garla),

CURT di MURUNIT, CURT LUNGACURT dal FAREE

Via P. Mariani

CURT di SCURATT, CURT dal BASAN, CURT dal TABACHEE,

CURT dal VERTUA

Via Vismara

CURT dal MAREL, CURT dala VESCONA e di GHIUNI

Via Macciantelli

BAIA del RE (Curt dala Baia)

Via S. Sebastiano

CURT dala LECACURT dala CARMELA e dal CIRIVAL

Via Giussani

CURT dal LUF, CURT dala MONIGA

Via Garibaldi

CURT dala BESUSTRA

Via Zara

ex CASSINA VALERA (Curt di Fus e dal Pesina)

 

 

Devi effettuare il login per inviare commenti