TOTEM NR. 2 PIAZZA MARCONI: I CORTILI

 

I Novesi erano soprannominati i "Luit", dal nome del particolare tipo di granoturco dalle minuscole pannocchie che essi stessi coltivavano.

Nonostante la nascita di piccole fabbriche, la popolazione novese restò soprattutto contadina fino al dopoguerra. Le corti erano le abitazioni rurali tipiche della zona; circondavano l'attuale Piazza Marconi e costituivano le due frazioni originarie: Cascina Meda (S. Bernardo) e Grugnotorto (S. Grato).

Ogni corte era formata da un ampio cortile sul quale si affacciavano sia le abitazioni (disposte su due piani con ballatoi e loggiatoi), sia i rustici, le stalle sovrastate da fienili, portici e pollai.

Gli orti, con pregiate piante da frutto, completavano l'insieme. Ogni corte ha la sua storia vissuta e raccontata nel tempo dai personaggi che l'hanno abitata in tempi remoti. Prendeva solitamente il nome di una famiglia nota per la professione che esercitava o dalle caratteristiche proprie delle persone che l'abitavano.

I Cortili del Centro Storico

Piazza Marconi

CURT di BUSOT, CURT di PURCELIT, CURT dal BUSCIUN

Via Roma

CURT dal PURAS, CURT dal PESS, CURT di NANA

Via Madonnina

CURT dala CANONICA, PALAZZO DUGNANI (Curt di Garla),

CURT di MURUNIT, CURT LUNGACURT dal FAREE

Via P. Mariani

CURT di SCURATT, CURT dal BASAN, CURT dal TABACHEE,

CURT dal VERTUA

Via Vismara

CURT dal MAREL, CURT dala VESCONA e di GHIUNI

Via Macciantelli

BAIA del RE (Curt dala Baia)

Via S. Sebastiano

CURT dala LECACURT dala CARMELA e dal CIRIVAL

Via Giussani

CURT dal LUF, CURT dala MONIGA

Via Garibaldi

CURT dala BESUSTRA

Via Zara

ex CASSINA VALERA (Curt di Fus e dal Pesina)

 

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Devi effettuare il login per inviare commenti