BAIA del RE (Curt dala Baia)

Corte della Baia

La filanda Beretta della Baia del Re è sorta nei primi anni del '900. Le operaie si occupavano del trattamento del filo di seta svolgendolo dal bozzolo dei bachi. Il lavoro, molto faticoso, era svolto dalle donne. Consisteva nel mettere i bozzoli a mollo in acqua bollente per uccidere la larva al suo interno e cercare il capo del filo di seta. Una volta individuato veniva attaccato all'arcolaio (apposito strumento), che lo dipanava.

Ad ogni addetta veniva affidata una bambina di età compresa tra i 6 e i 12 anni il cui compito era quello di tenere acceso il fuoco che scaldava l'acqua nelle bacinelle e di girare l'arcolaio.

Il lavoro si protraeva dall'alba al tramonto, per 10 - 15 ore, ed era retribuito con un misero salario. 

La grande umidità, le vesti inzuppate e le mani tenute per molte ore nell'acqua erano causa di molte malattie. Particolarmente soggette erano le bambine.

 

 

Inserisci un commento